mercato-auto

Mercato automobilistico in ripresa: incremento del 6,5%

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha rilevato questa settimana un incremento del mercato dell’auto del 6,5% nel mese di aprile, con 171.379 unità vendute a fronte delle 160.969 dello scorso anno.

Tornano a crescere i privati, che all’analisi della struttura del mercato segnano un incremento del 5,4% con quasi 92.000 unità ed una quota che perde mezzo punto, al 53,4% del totale mercato.
Il noleggio registra la migliore performance del mese, con le immatricolazioni in aumento dell’11,8%, arrivando a rappresentare quasi il 27% delle vendite complessive di autovetture.

Mentre il breve termine rimane abbastanza stabile, in lieve incremento dell’1,5%, la dinamicità delle vendite del noleggio a lungo termine segnano una crescita dei volumi del 23,1%. Risulta allineata anche la crescita del cumulato gennaio-aprile (+12%), dove il noleggio rappresenta il 27,6% del totale mercato (+2,9 p.p.). Infine, le società segnano la minore dinamicità fra i canali di vendita, con un incremento delle vendite del 2,3% e un andamento simile per le autoimmatricolazioni e le società propriamente dette. Nel cumulato del 1° quadrimestre l’incremento delle società è del 10%, con una quota che sfiora 1/5 delle vendite totali.

Il diesel rimane in territorio negativo nel mese di aprile, con una flessione delle immatricolazioni del 3,7% ed una rappresentatività sul totale che scende di 5,6 p.p., al 52,8% del mercato. Tornano a crescere in aprile la benzina, con una quota stabile nel 1° quadrimestre al 33,2%, e le motorizzazioni Gpl (+9,8% nel mese, ma ancora in negativo nel gennaio-aprile), queste ultime grazie all’ampliamento dell’offerta di modelli. Tale ampliamento della gamma in commercio contribuisce anche al fortissimo incremento del metano (+107% in aprile), al 2,4% del totale mercato. Ottima performance anche per le ibride (+53%), al 4,2% di quota e per le elettriche (+96% dei volumi).

Il Centro Studi Statistiche dell’UNRAE ha aggiornato la propria previsione per il mercato del 2018 confermando che si assesterà sotto la soglia dei due milioni di immatricolazioni (+0,5%).
Le vendite a privati sono destinate a scendere a fine anno, per chiudere con una quota al 52,5%. Parte della domanda di auto dei privati verrà soddisfatta dal noleggio a lungo termine e dalle autoimmatricolazioni, visti come alternativa all’acquisto dell’auto nuova. Le società manterranno un’intonazione decisamente positiva, giungendo ad una quota di mercato del 22,9%. Il noleggio, sulla spinta delle potenzialità del mercato, dovrebbe chiudere il 2018 rappresentando 1/4 delle vendite totali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *